Come costruire una lista di head hunter e sfruttarla per accedere a posizioni dirigenziali e di alto livello, anche quando non vengono pubblicizzate

L'esperto di job strategy n° 1 in Italia spiega il motivo per cui la maggioranza dei manager non riesce a mettere a leva l'industria dell'executive search e fallisce nel tentativo di entrare in contatto con gli headhunter

Pubblicato 5 giorni fa

Vuoi sapere il motivo per cui tanti manager ed executive pronti a una transizione di carriera hanno accesso solo a 1/5 delle selezioni che si aprono ogni giorno, e per cui potrebbero competere?

Probabilmente non è quello che credi. Anzi, è qualcosa di cui in pochi sanno e parlano.

Vedi, molti candidati, quando capiscono che l’onda “fortunata” che li aveva portati senza fatica da un ruolo all’altro si è esaurita, temono di non riuscire a trovare velocemente un nuovo incarico.

Alcuni si limitano a rispondere agli annunci che vengono pubblicati su LinkedIn, oppure aspettano che qualche sconosciuto li contatti (sempre tramite LinkedIn).

Altri, un poco più intraprendenti, copiano quel che fa la maggioranza e falliscono nel goffo tentativo di stabilire dei contatti con gli headhunter.

Forse ti riconosci in tutto questo. E probabilmente hai già provato a cercare consigli e soluzioni. 

Magari hai anche applicato qualche suggerimento o tecnica, ma senza successo.

Devi sapere che qualunque sia la difficoltà che incontri nella tua transizione di carriera, a prescindere dal ruolo e dalla tua seniority, probabilmente la causa è una sola.

C’è un passaggio mancante nella tua strategia.

Sì, perché forse non sai che la maggioranza dei manager affronta in modo confuso e inefficace la ricerca di nuove opportunità di carriera.

Infatti, articoli, libri e video propinano consigli fumosi e di scarsa utilità pratica come curare il proprio “personal brand”, o propongono soluzioni inflazionate che hanno funzionato fin quando erano in pochi ad applicarle. 

Non sembra invece essere chiaro come OGGI si affronti efficacemente una transizione di carriera, mettendo “a leva” gli head hunter e l’industria dell’executive search.

I candidati non trovano le istruzioni FONDAMENTALI di cui hanno bisogno OGGI per avere accesso a selezioni per ruoli di alto profilo.

E purtroppo non importa se chiedi consigli al collega, al conoscente che lavora nelle risorse umane, o leggi il libro più popolare.

È come se tutti in qualche modo continuassero a insegnarti a costruire motori a benzina, quando è diventato obbligatorio usare l’elettrico.

C’è sempre qualcosa che manca in tutto ciò che viene detto ai candidati che si stanno rimettendo sul mercato OGGI, e che fa perdere loro opportunità di lavoro e crea danni anche di lungo termine.

E questo elemento mancante consiste nell’assenza di un piano preciso (con istruzioni precise) che li formi su:

  • Come costruire (oggi) una lista di headhunter
  • Come scegliere chi contattare per primo, e perché
  • Come stabilire (oggi) un primo contatto
  • Cosa fare e cosa non fare nel contattare gli headhunter

L’assenza di un chiaro sistema “teorico e comportamentale” influenza i risultati della tua transizione a nuovi ruoli, aziende e settori, ed ha un impatto negativo sulla quantità e sulla qualità delle opportunità a cui hai accesso.

Ma se acquisisci queste informazioni, sei in grado di rivoluzionare la velocità e l’impatto della tua ricerca, e di ottenere benefici di breve e lungo termine.

Ora forse ti starai chiedendo: dove  posso trovare queste informazioni? 

Paolo Fieni, il maggior esperto in Italia in tema di carriera e career strategist al fianco di candidati ambizioni e manager, ha preparato una presentazione online per rispondere a questa domanda.

In questa presentazione spiega come sfruttare gli headhunter per trovare posizioni dirigenziali e di alto livello, anche quando non vengono pubblicizzate.

Ma soprattutto ti svela un semplice processo in 6 passi che istantaneamente assicurerà efficacia e credibilità alle tue azioni e alle tue comunicazioni finalizzate a cogliere nuove opportunità di carriera. 

Si tratta di istruzioni semplici ma efficaci, enormemente apprezzate dai manager e gli executive che le hanno utilizzate, e che ti permetteranno di ottenere risultati che gli altri non ottengono.

E avrai la certezza di stare facendo tutto il possibile per cogliere le migliori opportunità disponibili sul mercato (note e non note).

Proprio perché Paolo vuole aiutare quanti più manager ed headhunter a costruire relazioni win-win, ha reso questa presentazione gratuita per tutti.

I suoi clienti sono entusiasti di questo approccio. Ecco cosa dicono alcuni di loro:

“Paolo mi ha dato la giusta visione, le giuste informazioni, il giusto coraggio e il giusto feeling per muovermi su un terreno che non ero abituato a calpestare, e lo ringrazio per questo.”

Onestamente il nostro percorso insieme è stato davvero molto utile perché mi ha consentito di dedicarmi alle attività di maggior valore per me e per la mia carriera e ha messo il turbo alla mia crescita professionale.

“Paolo guarda alle cose in modo smaliziato e il suo linguaggio schietto e tagliente fa piazza pulita della retorica a cui ero abituato quando si parla di carriera.”

Affinché i partecipanti alla presentazione abbiano informazioni complete su come sfruttare gli headhunter per trovare posizioni dirigenziali e di alto livello, in questa presentazione:

– offrirà una panoramica sull’industria dell’executive search (quali sono gli attori, come valutarli, quali le insidie, come evitare fregature e inefficienze);

– mostrerà gli esatti passaggi che devi seguire per costruire il tuo personale network, in modo da accedere alle opportunità a cui altrimenti non avresti accesso;

– metterà a disposizione altri contenuti avanzati utili alla costruzione del tuo network nell’executive search.

Paolo Fieni parla di tutto questo nella presentazione che ha reso gratuita.

Non perderti queste informazioni preziose per il tuo successo nei prossimi colloqui.

Paolo Fieni - Founder e Career Mentor
SU PAOLO FIENI

Paolo Fieni è career mentor, autore, speaker, ed imprenditore nel settore HR-Tech, e leading coach in numerosi programmi di training e career empowerment.

Ha fatto consulenza e coaching a centinaia di candidati ambiziosi e manager sia di PMI che di grandi aziende (es. Luxottica, Ferrero, LVMH, SAP, Intesa Sanpaolo, Enel, Pirelli, Leonardo, Assicurazioni Generali, IBM), società di consulenza (es. Deloitte, EY, PwC, KPMG), enti (es. INFN, Università dell’Aquila), ed è stato ospite in media nazionali (es. Radio Monte Carlo).

Si è laureato in Sociologia presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca, ha frequentato il Master in Direzione del Personale dell’Università Cattolica di Milano, e si forma costantemente presso i più importanti esponenti internazionali in tema di performance excellence e career success.

Ricevi il suo aiuto per avere successo nella ricerca di un nuovo mandato

Torna in alto